,

Proprietari tedeschi e italiani all’estero: come pagare l’IMU in Italia

L’IMU è un’imposta municipale a scadenza annuale, che tutti i proprietari di immobili siti in Italia devono pagare.

 

Ci sono agevolazioni?

Il cittadino italiano residente all’estero, quindi iscritto all’AIRE, non può usufruire dell’agevolazione Abitazione principale e pertanto è tenuto a pagare l’IMU sugli immobili in Italia.

Se invece si è pensionati in Germania e si riceve la pensione tedesca, si può essere esenti dall’IMU per l’abitazione principale.

 

Come pago l’IMU?

In Italia l’IMU e la TASI si possono pagare tramite un bollettino postale ovvero modello F24 (che si trova presso le banche o gli uffici postali) oppure ci si può rivolgere ai soggetti abilitati, ad es. commercialisti, che tra l’altro competenti anche ad effettuare il calcolo dell’IMU.

 

Come si calcola l’IMU?

L’importo dell’IMU, basato sul reddito catastale, varia da comune a comune e subisce variazioni nel corso degli anni.

Per il calcolo ci si può rivolgere ai commercialisti ovvero ai centri CAF.

In alternativa, vi sono dei siti internet che offrono validi programmi di calcolo gratuiti, per esempio il seguente sito: https://www.amministrazionicomunali.it/imu/calcolo_imu.php

Ad ogni modo le modalità di pagamento indicate, F24 e bollettino postale, non sono agevolmente utilizzabili quando si risiede all’estero ovvero nel caso dei cittadini tedeschi proprietari di un’immobile in Italia.

COME PAGO L’IMU SE RISIEDO ALL’ESTERO:

Per gli italiani residenti all’estero e i tedeschi che possiedono un immobile in Italia si pone pertanto il problema del pagamento dell’IMU in Italia.

Per tali soggetti è prevista un’agevolazione: il pagamento può essere effettuato tramite bonifico bancario.

Le coordinate vanno richieste direttamente al Comune dove è sito l’immobile.

Presso gli uffici comunali, ci si potrà inoltre informare in merito alle scadenze da rispettare e tutti i dettagli. Ad esempio in alcuni casi sarà opportuno inoltrare per fax anche una copia del bonifico effettuato al comune.

L’ufficio competente è di regola l’Ufficio Tributi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *